11/04/14

L’alga spirulina

L'alga spirulina
La spirulina platensis (Arthrospira platensis) è una micro alga azzurro-verde unicellulare spontanea, originaria dell’America centrale e dell’Africa centrale, dove cresce in laghi salati con acque alcaline e calde. Le alghe verdi-azzurre sono, dall’origine della vita, alla base di tutta la catena alimentare e forniscono l’intero corredo nutrizionale a tutti gli organismi viventi superiori.
Le proprietà dell’alga sono conosciute fin dall’antichità: i Romani la destinavano all’alimentazione delle popolazioni africane e costituiva un elemento essenziale anche nella dieta delle civiltà precolombiane. Nei primi anni del ‘500 si diffuse in Europa a seguito della conquista dell’impero azteco da parte dei conquistatori spagnoli. Nel 1974, presso la Conferenza mondiale dell’alimentazione dell’Onu, è stata nominata come “alimento del futuro”, in considerazione della sua alta digeribilità e della presenza di elementi nutritivi difficilmente reperibili in altre fonti naturali. Da molti è ritenuta “il cibo del XXI secolo” e in medicina viene impiegata per le sue proprietà immunomolulatrici, quindi utile anche per il trattamento delle allergie.
La Spirulina rappresenta un valido aiuto per reintegrare tutti i nutrienti che vengono a mancare alla nostra dieta, spesso squilibrata a causa dello stile di vita e dello stress a cui siamo sottoposti.
In particolare la spirulina proveniente da Cuba è conosciuta per incrementare l’energia e migliorare il proprio stato di salute. È provato scientificamente che il benessere deriva dall’assunzione di una vasta quantità di elementi nutritivi e la spirulina ha la proprietà di possederne numerosi e in perfetta sinergia, fatto che ne sviluppa in modo esponenziale le singole caratteristiche.
L’assunzione regolare della spirulina ha effetti fisiologici anti-invecchiamento, anti-ossidanti, depuranti, disintossicanti, rivitalizzanti e snellenti. Favorisce l’attività immunitaria e aiuta lo smaltimento dei radicali liberi. La spirulina platensis contiene clorofilla, carotenoidi, minerali, acidi grassi essenziali fra i quali l’acido gamma-linoleico, alcuni pigmenti chiamati ficobiline legati alla frazione proteica, proteine vegetali di alta qualità, vitamine del complesso B, tocoferolo e la ficocianina, un pigmento specifico delle alghe verde-azzurre con proprietà immunostimolanti e antiossidanti.
L'alga essicata
I grassi mono e polinsaturi contenuti nella spirulina sono in grado di normalizzare i livelli di colesterolo nel sangue, partecipare alla formazione delle guaine mieliniche che rivestono i nervi e migliorare la funzionalità del sistema immunitario. Grazie al complesso vitaminico Ace (carotenoidi, acido ascorbico e tocoferolo) l'alga è in grado di proteggere dai radicali liberi e dai danni che questi causano all'organismo (invecchiamento precoce, malattie neurodegenerative, alcune forme tumorali e malattia aterosclerotica).
Oggi è possibile assumere la spirulina in forma di capsule, come un normale integratore. Gli sportivi ne fanno uso regolare per la presenza di biotina e ferridossina, utili a inibire la formazione di acido lattico (crampi) durante uno sforzo muscolare intenso e a eliminare i radicali liberi prodotti dall’attività fisica. Per l’elevato contenuto proteico, infine, la spirulina rappresenta un valido sostituto della carne per coloro che seguono diete vegane.

3 commenti:

  1. Quante virtù! Prima o poi dovrò sperimentarla :-)

    RispondiElimina
  2. Sono piena di alghe a casa ..che avevo preso tempo fa in un nnegozio di NaturaSì .. sarebbero da mangiare ..mi deciderò quando ? .. Forse dopo aver letto questo articolo :-)

    RispondiElimina