17/09/13

La depressione post-partum si combatte dalla gravidanza

Il grande problema che affligge le gestanti e le neo-mamme è quello legato all’abbassamento dell’umore, un disturbo molto più frequente di patologie organiche come diabete e gestosi, ma preso in esame molto poco negli abituali controlli. Un team di ricercatori dell’ospedale di Pisa, monitorando i casi di disturbo dell’umore delle gestanti, ha scoperto come individuare i soggetti predisposti alla depressione post-partum già dai primi mesi di gravidanza. 
Il gruppo, creato presso l’ospedale universitario di Pisa nel 2004 (Perinatal depression research and screening unit), ha seguito un migliaio di donne, dalla gestazione fino al primo anno di vita del bambino. Perché i disturbi dell’umore in gravidanza possono provocare anche problemi allo sviluppo del feto. Assistendo e aiutando la donna che manifesta depressione fin dai primi mesi di gravidanza, si sono riscontrati risultati nettamente migliori delle mamme aiutate soltanto dopo il parto. 
Il sostegno alle gestanti deve riguardare l’aiuto psicologico, ma anche il regime alimentare e il supporto farmacologico. I risultati sono confortanti: le donne seguite già dalla gravidanza hanno dimezzato le probabilità di incontrare difficoltà nell’accudimento del neonato, riescono a mantenere migliori rapporti col partner, sono meno ansiose e meno depresse.

Nessun commento:

Posta un commento