09/10/13

Le macchie brune della pelle

Le odiose macchie brune che si formano principalmente sul viso e sulle mani compromettono il desiderio di ogni donna di avere un colorito omogeneo e radioso. Queste zone iperpigmentate sono causate da una eccessiva produzione di melanina, il pigmento responsabile del colorito cutaneo.
La melanina è normalmente prodotta da specifiche cellule epidermiche, i melanociti. Queste cellule contengono un aminoacido chiamato L-tirosina che, in vari passaggi, viene trasformato in melanina. La melanina prodotta viene trasferita a tutte le cellule circostanti.
Questo complesso processo va a determinare:
- il colorito della carnagione (pigmentazione costituzionale);
- il fototipo, ovvero il grado di reattività all’esposizione ai raggi Uv (pigmentazione facoltativa, ossia l’abbronzatura).
Le macchie più scure della pelle hanno in genere due origini:
- ereditarie (nevi e lentiggini);
- acquisite.
Le ipercromie acquisite in genere sono determinate da diversi fattori:
- cicatrici dell’acne;
- fattori fisiologici transitori come la gravidanza;
- assunzione di farmaci (anticoncezionali);
- applicazione di sostanze foto sensibilizzanti;
- invecchiamento cutaneo.
Questi difetti di pigmentazione sono intensificati dall’esposizione ai raggi solari.
I trattamenti per ridurre i difetti di iperpigmentazione sono complessi e richiedono molto tempo, poiché normalmente il rinnovamento cellulare avviene ogni 28 giorni circa.
In genere i prodotti contro le macchie della pelle agiscono contrastando l’attività dell’enzima tirosinasi e il segnale di stimolo delle melanogenesi e degli enzimi coinvolti nella sintesi della melatonina.

2 commenti:

  1. Per ora non ne ho, però le lentiggini mi sarebbe piaciuto averle :-)

    RispondiElimina
  2. Le temo un po' le macchie sulla pelle. A quelle del viso mi sono ormai abituata e si sono formate quando ero ancora una ragazza, ma quelle sulle mani sono indice che invecchio :)

    RispondiElimina