17/12/14

Forever Absorbent-C

L'assunzione giornaliera di vitamina C è considerata fondamentale per una buona salute fisica sin ai tempi in cui i marinai scoprirono l'efficacia degli agrumi nel combattere lo scorbuto durante i lunghi periodi di navigazione.
Oggi, grazie alla scienza moderna, abbiamo a disposizione una lista che illustra altri benefici correlati ala più famosa fra le vitamine:
  • è un efficace antiossidante che rafforza il sistema immunitario per contrastare gli effetti dannosi dei radicali liberi;
  • la vitamina C è ottima per la pelle perché stimola la produzione del collagene naturale;
  • la vitamina C contribuisce a mantenere in buono stato il tessuto connettivo


Il corpo umano è incapace di produrre tale vitamina autonomamente, per questo motivo deve assumerla attraverso il cibo, le bevande e gli integratori. Un adeguato livello di vitamina C è fondamentale. Secondo alcune ricerche scientifiche, una sigaretta distrugge 25 mg di vitamina C così come lo stress, l'assunzione di farmaci e fattori ambientali ce impoveriscono le risorse di questa importante sostanza.
La fragilità dei capillari, l'infiammazione delle gengive e la difficoltà delle ferite a rimarginarsi costituiscono i primi sintomi della carenza di vitamina C. La crusca di avena è una fibra solubile presente nell'avena non raffinata. Agisce come una spugna, assorbendo l'acqua dello stomaco e dell'intestino tenue, rallentando così il processo digestivo e conferendo una sensazione di sazietà.
Le ricerche dimostrano che la fibra solubile aiuta inoltre a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Era molto saggio da parte delle mamme dare ai propri figli una tazza di fiocchi di avena con il latte e una bella spremuta d'arancia a colazione.
Ora, grazie alla Forever living products ognuno di noi ha la possibilità di assumere questa combinazione in qualsiasi momento.
Absorbent-C con crusca di avena è un eccezionale integratore che unisce due nutrienti vitali in un unico, pratico prodotto. La composizione, ottenuta tramite un particolare processo brevettato, costituisce un sistema unico che permette al corpo di assimilare completamente i 60 mg di vitamina C presenti in ogni compressa.

Ingredienti: crusca di avena, sorbitolo, miele, acido ascorbico (vitamina C), acido stearico, aroma naturale di arancia, bioflavonoidi di arancia, papaia frutto, silice. Contenuto: 100 compresse (ognuna contenente 60 mg di vitamina C). Uso: una compressa tre volte al giorno. Prezzo: euro 19,82 Iva inclusa.

05/11/14

La cura dei capelli

Il capello è davvero la cartina al tornasole del nostro benessere interiore. Basti pensare che dall’analisi del capello è possibile addirittura stabilire la composizione dell’acqua che abbiano bevuto. Ma i capelli giocano un ruolo fondamentale anche per la bellezza esteriore, elemento fondamentale per il benessere psico-fisico.
Capelli fragili, poco luminosi o opachi, cuoio capelluto irritato e produzione eccessiva di forfora sono a volte sintomi di uno stato di malessere. È buona abitudine prendersi cura dei capelli e del cuoio capelluto e conoscerne tutte le relative problematiche.

09/10/14

Il bebè ha il raffreddore? Ecco come dargli sollievo

Finché il bambino non imparerà a soffiarsi il nasino, occorre che i genitori stiano attenti, soprattutto nella stagione invernale, che il bebè abbia il naso libero e possa respirare liberamente. A tale scopo sarà utile tenere sempre in casa della soluzione fisiologica con cui poter effettuare dei lavaggi nasali 2-3 volte al giorno, preferibilmente prima dei pasti e prima che si addormenti la sera.
Per comodità è possibile compare la soluzione fisiologica in fialette monouso, ma nel caso si volesse comprare il flacone, sarà necessario procurarsi un contagocce a pipetta. Adagiate il piccolo in posizione supina e girategli delicatamente la testa da un lato. Versategli dall’alto qualche goccia di soluzione all’interno della narice in alto: la soluzione dovrebbe uscire dalla narice più vicina al cuscino. Asciugate il naso e ripetete l’operazione con l’altra narice.
Se  la soluzione fisiologica non dovesse essere sufficiente e il piccolo dovesse continuare a respirare con difficoltà, sarà necessario procurarsi un aspiratore nasale e aspirare delicatamente il muco in eccesso. Per fluidificare il muco è utile anche che il bambino beva molto. Quando sta coricato sarà meglio creargli un leggero rialzo sotto la testa e applicargli sul petto con leggeri massaggi sostanze che rilasciano vapori balsamici. Fate attenzione a usare un prodotto specifico per la sua età: alcune sostanze come i terpeni (canfora, eucalipto e mentolo) sono vietate nei cosmetici destinati a bambini di età inferiore ai 36 mesi perché considerate potenzialmente tossiche.
Per evitare il più possibile il contagio, infine, lavate le mani con acqua e sapone prima e dopo che vi siete occupati del bebè, non scambiate succhiotti e biberon con quelli di un eventuale fratellino, tenete il bambino il più possibile lontano da persone raffreddate o influenzate (se è raffreddata  la persona che si occupa di lui dovrà tenerlo lontano dal viso), aerate la sua cameretta e mantenetela a  una temperatura non superiore a 19°.

18/09/14

Forever Aloe vera gel

Immagina di tagliare una foglia di Aloe vera e di berne il gel direttamente dalla pianta: otterrai lo stesso risultato bevendo Forever Aloe vera gel. Il gel stabilizzato della Forever Living Products è stato uno dei primi a ricevere la certificazione dell'International Aloe Science Council
Forever Aloe vera gel contiene un'abbondanza di vitamine e minerali, inclusa la rara vitamina B12, contenuta solo in due vegetali. Questo fa di Forever Aloe vera gel un supplemento vitale per i vegetariani. Inoltre contiene l'acido folico e sette amminoacidi essenziali direttamente collegati allo sviluppo della cellula e che non possono essere elaborati nell'organismo in altro modo.


L'Aloe rafforza l'organismo

Può essere utilizzato quotidianamente come supplemento nutrizionale

Ha effetti lenitivi e aiuta l'organismo ad equilibrare in maniera intelligente il proprio stato nutrizionale: in tal modo l'organismo è più forte e più difeso

Ha una durata di 4 anni, verificare la data di scadenza. Conservare in frigorifero la confezione aperta (max 3 mesi)



Questa bevanda contiene così tanti elementi che è difficile catalogare tutti i benefici che apporta. Vale la pena di sottolineare la sua proprietà di stimolare l'organismo a difendersi fisiologicamente dalle aggressioni esterne, a depurarsi, e a ridurre, sempre fisiologicamente, gli stati infiammatori.
È l'alto livello di tossine e un conseguente deficit nel sistema immunitario che ai giorni nostri mina la salute. Forever Aloe vera gel influisce positivamente sulla salute e sullo stile di vita di molte persone. Ciò è dovuto alla natura adattogena del gel: organismi differenti traggono benefici diversi, a seconda del loro bisogno supplementare nutrizionale.
Tra tutti i benefici i più menzionati dai consumatori di Aloe sono quelli apportati al sistema digerente, respiratorio, muscolo-scheletrico e alla pelle.
Questa bevanda, assunta tutti i giorni pura o diluita con succo di frutta, è uno dei migliori supplementi nutrizionali disponibili e Forever Living Products è orgogliosa di contribuire alla diffusione dei benefici dell'Aloe vera in tutto il mondo.



Dieci buoni motivi per bere Aloe vera gel
  1. Aiuta la digestione e l'intestino. Aloe vera gel, grazie ai suoi mucopolisaccaridi naturali (mannani) aiuta a combattere l'intestino pigro e a migliorare la regolarità intestinale senza esercitare nessuna attività purgativa o lassativa. Aloe vera gel riduce il bruciore di stomaco quando ci sono problemi di cattiva digestione. Inoltre ha naturali proprietà depurative per l'organismo.
  2. Aiuta l'organismo a difendersi. Aloe vera gel fornisce un supporto naturale al nostro organismo oltre che con i sali minerali (come zinco, manganese e ferro), con varie altre sostanze come l'enzima bradichinasi e l'acemannano, nonché una miniera inesauribile di principi attivi. Dal momento che il nostro organismo lavora in continuazione per proteggersi, l'Aloe vera, con queste sostanze contenute specificatamente nel gel, collabora con un'azione nel complesso attivante e modulante naturale.
  3. Dose giornaliera di minerali. Aloe vera gel contiene minerali importanti per l'organismo come calcio, sodio, ferro, potassio, cromo, magnesio, rame e zinco. Tutti sappiamo che i sali minerali sono elementi che stimolano gli enzimi per il buon funzionamento di molti processi e di conseguenza anche dell'equilibrio organico e dello stato di salute complessivo. Bere Aloe vera gel è un modo naturale e salutare per ripristinare le riserve di minerali e oligoelementi del corpo.
  4. Apporto giornaliero di vitamine. Aloe vera gel contiene vitamine A, B1, B2, B12, C ed E, l'acido folico e niacina. Il corpo umano non riesce sempre a soddisfare il proprio fabbisogno di vitamine, soprattutto quando la dieta on è equilibrata o quando gli elementi non sono in grado di apportare tali nutrienti.
  5. Contiene amminoacidi e numerosi enzimi. Gli amminoacidi sono elementi fondamentali per i processi di rinnovamento cellulare, per la sintesi delle proteine, per i processi vitali. Alcuni di questi sono essenziali e non possono essere prodotti dall'organismo. Nella pianta di aloe possiamo trovarli. Bere regolarmente Aloe vera gel permette di mantenere un buono stato si salute, rifornendo il corpo in modo naturale con queste preziose sostanze.
  6. È un depurativo e facilita l'eliminazione delle scorie tossiche. Aloe vera gel, presa regolarmente, consente al corpo di riequilibrare in modo naturale l'organismo in alcune sue funzioni. La nostra dieta include molte sostanze indesiderate che possono causare sonnolenza o stanchezza. Aloe vera gel aiuta a eliminare fattori tossici e scorie circolanti nell'organismo.
  7. Rigenera la pelle. Aloe vera gel ha proprietà rigenerative della pelle in virtù del fitocomplesso ricco di mucillagini, minerali, vitamine e amminoacidi. La pelle si rigenera ogni 21-28 giorni. Utilizzato sia per via esterna che per via interna, il gel favorisce una più rapida rigenerazione della pelle per combattere le rughe e l'eccessiva secchezza cutanea.
  8. Può aiutare ad attenuare le infiammazioni. Aloe vera gel contiene 12 sostanze naturali che hanno dimostrato di poter aiutare l'organismo a combattere le infiammazioni autonomamente. Aloe vera gel può anche aiutare le articolazioni e la mobilità muscolare.
  9. Procura un'azione lenitiva rapida. Aloe vera gel contribuisce a lenire piccole scottature, screpolature e irritazioni della pelle
  10. Igiene e salute dentale. Aloe vera gel è estremamente salutare per la bocca e le gengive.

Ingredienti: Aloe vera gel. Stabilizzante: sorbitolo. Acidificante: acido citrico. Antiossidante: acido ascorbico. Conservante: sodio benzoato. Addensante: goma xanhan. Antiossidante: tocoferolo. Contenuto: 1 litro. Consigli per l'uso: agitare bene prima dell'uso. Si consiglia l'assunzione di 100 ml al giorno (96,30 grammi di Aloe vera gel). Dopo l'apertura conservare in frigorifero. Prezzo:  € 29,78 (iva inclusa)  la confezione (1 litro).

13/08/14

L'Aloe vera e la Forever Living Products


L'Aloe vera  è una pianta dalle innumerevoli qualità. Cresce in zone caratterizzate da clima caldo e secco, simile al cactus, ma in realtà appartiene alla famiglia delle Liliacee. Antiche testimonianze dimostrano che gli effetti benefici dell'Aloe vera sono conosciuti da secoli e che viene utilizzata da oltre 5 mila anni. Fu George Ebers nel 1862 a scoprire per primo l'utilizzo storico dell'Aloe grazie a un papiro egizio del 1500 a.C. L'Aloe veniva utilizzata anche dai medici greci e romani come erba medicinale. Secondo alcune ricerche anche le antiche culture cinese e indiana utilizzavano l'Aloe vera, mentre i faraoni egizi la utilizzavano per inseguire il loro ideale di bellezza. L'Aloe era conosciuta nelle Filippine, fra le popolazioni citate nell'Antico testamento e da Alessandro Magno, che conquistò l'isola di Socotra nell'Oceano indiano per avere a disposizione l'Aloe per curare le ferite dei suoi soldati.
Negli ultimi anni i consumatori si sono resi più consapevoli degli effetti collaterali dannosi derivanti dall'impiego di medicinali chimici e stanno prendendo di nuovo in considerazioni rimedi naturali e antichi. Così è rinato l'interesse per l'Aloe vera, perché può dare beneficio sia alla nostra salute sia al nostro stile di vita.
Per rendere disponibile l'Aloe vera nelle zone climatiche dove essa non vive è necessario un processo chiamato "stabilizzazione". Il gel contenuto nelle foglie carnose dell'Aloe è protetto dalla scorza verde esterna che lo protegge dagli agenti atmosferici. Una volta tagliata la foglia inizia a ossidarsi e il prezioso gel perde molte delle proprietà benefiche.
La stabilizzazione consente di conservare il gel allo stato il più possibile simile all'originale. Senza la stabilizzazione il gel deteriora anche con il congelamento. La Forever Living Products detiene il brevetto per il processo di stabilizzazione che le permette di vantare un'esperienza insuperabile nel campo dell'Aloe. L'azienda e le sue controllate sono leader nella coltivazione e stabilizzazione del gel di Aloe vera. L'azienda offre una vasta gamma di prodotti per la salute e il benessere in cui l'ingrediente principale è gel di Aloe vera puro al 100%.
Forever Living Products possiede piantagioni di Aloe vera nella Valle del Rio Grande, nel Texas; nella Repubblica Dominicana e in altre zone dei Caraibi. Le coltivazioni non utilizzano fertilizzanti, pesticidi o erbicidi né sulle piante né sul terreno.
All'azienda partner Aloe Vera of America è affidato il processo di stabilizzazione del gel e la formulazione dei prodotti secondo tempistiche stabilite. Con Forever Living Products hai la certezza di avere sempre prodotti freschi.
I prodotti della Forever Living Products vantano il marchio dell'International Aloe Science Council Seal of Approval (Consiglio Scientifico Internazionale dell'Aloe) che certifica la qualità della materia prima utilizzata per i prodotti.
La Forever Living Products viene fondata nel 1978 e offre al mondo la possibilità di riscoprire i benefici dell'Aloe. Da allora alcuni produttori senza scrupoli hanno contraffatto i loro prodotti inserendo inefficaci additivi come le maltodestrine per tagliare i costi e aumentare le vendite. Poi, sono seguite svariati tipi di lavorazioni, dalla liofilizzazione all'essicazione tramite nebulizzazione. Per mantenere l'integrità e aiutare il consumatore nelle scelte giuste, la Forever Living Products ha imposto standard qualitativi molto elevati e cerca di mantenerli.

11/07/14

L’aloe vera

L’aloe vera (Aloe barbadensis) è una pianta carnosa della famiglia delle Aloacee che cresce in climi caldi e secchi. Viene coltivata  in Africa, Australia, America settentrionale e centrale, in Russia e in Giappone. In Europa, le uniche coltivazioni considerevoli si trovano in Spagna e ne stanno sorgendo anche nel meridione d’Italia. L’uso dell’Aloe è molto antico: se ne trovano testimonianze addirittura nelle civiltà mesopotamiche, che riferiscono delle proprietà della varietà Aloe barbadensis Miller, più conosciuta come Aloe vera.
Nel 1959 un farmacista texano di nome Bill Coats iniziò a studiare in modo sistematico le proprietà dell’aloe, in particolare mise a punto un processo per stabilizzare la polpa ricavata dalle foglie carnose per evitare i problemi di ossidazione e fermentazione, al fine di rendere possibile la commercializzazione della preziosa sostanza. Gli studi sull’aloe si diffusero ben presto in tutto il mondo, soprattutto dopo che il governo americano dichiarò ufficialmente le proprietà curative della pianta per il trattamento delle ustioni.
L’aloe contiene tre grandi classi di componenti:
  • gli zuccheri complessi, in particolare glucomannani (soprattutto l’acemannano) sono contenuti nel gel trasparente interno alla foglia e hanno proprietà immuno-stimolanti;
  • gli antrachinoni, contenuti nella parte verde coriacea della foglia, con azione fortemente lassativa
  • oltre 150 altre sostanze (sali minerali, vitamine, aminoacidi, acidi organci, fosfolipidi, enzimi, lignine e saponine) di alto valore nutritivo, antinfiammatorio, antimicotico e analgesico.

Tra le tante proprietà attribuite all’aloe, spicca quella rigenerante e cicatrizzante. Le sostanze contenute stimolano la crescita dell’epitelio sulle ferite e assorbono enzimaticamente le cellule morte o danneggiate. Viene anche largamente usata per dare sollievo al bruciore da scottatura e come antipiretico. Contiene inoltre sostanze con proprietà antinfiammatorie, idratanti, analgesiche, funghicide, virostatiche e batteriostatiche (che contrastano la crescita di virus e batteri), emostatiche, antiprurito, disintossicanti e antitumorali.
La particolarità dell’aloe vera sembra risiedere nella sua adattabilità all’organismo, ovvero la capacità di dare risposte a ogni problema specifico della persona che ne fa uso. L’insieme dei suoi principi attivi aiuta tutto l’organismo nel suo insieme e quindi non sorprende se persone che assumo l’aloe per problemi di allergie, per esempio, possano trovare beneficio a problemi di artrite o migliorare l’aspetto della pelle. Questa capacità di adattamento all’organismo è inspiegabile e non trova riscontro in nessuna altro integratore alimentare.
Il gel estratto dall’aloe si assume come bevanda (o come trattamento topico sulle ferite). Per beneficiare del potere curativo è necessario un periodo di almeno 3-4 mesi. I dosaggi sono in relazione ai problemi che si intendono risolvere.

17/06/14

Gli acidi grassi

Gli acidi grassi sono i costituenti di quasi tutti i lipidi complessi e dei grassi vegetali e animali. Sono classificati principlamente in base alla lunghezza della catena carboniosa perché, a seconda della loro lunghezza, essi prendono una distribuzione ematica differente:
  • acidi grassi a catena corta (numero atomi di carbonio da 1 a 6);
  • acidi grassi a catena media (numero atomi di carbonio da 8 a 12);
  • acidi grassi a catena lunga (numero atomi di carbonio da 14 a 20);
  • acidi grassi a catena molto lunga (numero atomi di carbonio da 22).
Oltre questa classificazione, gli acidi grassi sono classificati anche in base alla temperatura di fusione, che dipende dalla presenza o meno dei doppi legami nella catena carboniosa. In questo caso di parlerà di:
  • acidi grassi saturi (i doppi legami sono assenti)
  • acidi grassi insaturi (i doppi legami sono presenti: uno nei monoenoici e più d’uno nei polienoici).
Poiché alcuni acidi grassi insaturi sono considerati essenziali, questi sono a loro volta classificati in base alla loro appartenenza in determinati processi metabolici:
  • Omega-3: l’ultimo doppio legame è presente sul terzo carbonio a partire dalla fine (per esempio acido linolenico):
  • Omega-6: l’ultimo doppio legame è presente sul sesto carbonio a partire dalla fine (per esempio acido linoleico);
  • Omega-9: l’ultimo doppio legame è presente sul nono carbonio a partire dalla fine (per esempio acido oleico).
Altri tipi di classificazioni prendono in considerazione la presenza di un gruppo -OH o un anello ciclopentenico.
Nell’alimentazione umana, gli acidi grassi ricoprono un ruolo fondamentale (insieme a glucidi e proteine), soprattutto per la funzione energetica.
Gli acidi grassi insaturi si presentano solitamente sotto forma di oli vegetali liquidi, mentre quelli saturi nel grasso animale solido e sono metabolizzati molto più lentamente di quelli insaturi.
L’organismo umano non è in grado di produrre gli acidi grassi essenziali, come l’acido linoleico e quello linolenico, quindi devono essere apportati da una corretta alimentazione. Alimenti vegetali e animali che contengono lipidi apportano diverse quantità di acidi grassi diversi.
Negli alimenti industriali preconfezionati, in quelli a basso prezzo e nella margarina, i grassi vengono “solidificati” a partire dagli oli vegetali di bassa qualità. Gli oli vengono “idrogenati” per rompere i doppi legami degli acidi grassi insaturi. I risultati di questo processo solitamente non esistono in natura o sono raramente presenti, quindi l’organismo umano non ha le strutture enzimatiche necessarie per poter metabolizzare queste molecole.
Altro fattore da tenere presente è che non deve assolutamente essere squlibrato l’apporto di acidi Omega-3 e Omega-6.


Nell’alimentazione, gli acidi grassi essenziali sono apportati dagli oli vegetali e dai grassi animali:
  • germe di grano
  • semi
  • olio di cartamo
  • olio di girasole
  • olio di soia
  • olio di colza (che assicura il miglior rapporto fra Omega-3 e Omega-6)
  • mais
  • olio di lino
  • olio di fegato di merluzzo
  • pesci grassi
Gli acidi grassi insaturi sono fondamentali all’organismo per:
  • trasportare dell’ossigeno alle cellule, ai tessuti e agli organi;
  • mantenere l’elasticità e la necessaria lubrificazione cellulare;
  • combinarsi con le proteine e il colesterolo per formare le membrane fra le cellule
  • aiutare a regolare il tasso di coagulazione del sangue
  • scompongono il colesterolo che si deposita nelle arterie
  • aiutano il funzionamento di alcune ghiandole come le surrenali e la tiroide
  • mantengono sani i nervi e le mucose
  • collaborano, con la vitamina D, a rendere disponibile il calcio ai tessuti, ad assimilare il fosforo
  • stimolano la trasformazione del carotene in vitamina A

07/05/14

La caduta dei capelli

Il ciclo di vita del capello
Il capello, come gli altri peli di cui è ricoperto il nostro corpo, è composto principalmente da due parti: quella visibile chiamata lo stelo (o fusto), e quella interna, il follicolo pilifero. Il follicolo è a sua volta composto da due parti: la radice e il bulbo, segmento preposto alla generazione del capello. La parte del follicolo pilifero è una vera e propria macchina in movimento, che cambia fase durante gli anni, dando così vita al ciclo del capello. La fase anagen è la fase della crescita del capello. Dura da due a sette anni (nella donna può arrivare a sette, nell’uomo normalmente a quattro). Il capello cresce circa di 1/1,5 centimetri al mese e per un certo tempo “coabita” con il vecchio pelo non ancora eliminato. Nella seconda fase, la fase catagen, si assiste a una riduzione progressiva delle funzioni vitali. Questa seconda fase dura in media 15 giorni. Nella terza fase, la fase telogen, o fase del riposo, cessano tutte le attività vitali e dura mediamente 3/4 mesi. Dopo 3/4 mesi dalla nascita, quindi, il capello cade per mancanza di ancoraggio e per la spinta del nuovo capello in crescita, perché dopo circa 3 mesi dall’entrata nella fase telogen un follicolo sano riprenderà la fase produttiva delle cellule.


È quindi naturale che tutti i giorni un certo numero di capelli cada. Una caduta normale varia da 20 a 50 capelli al giorno, ma può arrivare tranquillamente fino a 100 nelle persone bionde che hanno un maggior numero di follicoli. Se i capelli sono per nell’80-90% in fase anagen non si dovrebbe verificare nessun diradamento, e tutti i capelli persi vengono sostituiti da quelli nuovi. Si parla quindi del problema della caduta dei capelli per indicare quelle situazioni in cui oltre alla normale perdita, si verifica anche il diradamento.

Circostanze di maggiore caduta
Sebbene i capelli umani sono asincroni, ovvero hanno cicli di crescita sfalsati fra loro per evitare le mute come in alcuni animali, esistono situazioni in cui si verifica una maggiore caduta dei capelli. Una di esse è senz’altro il “defluvium stagionale” che determina una maggiore attività di caduta nella stagione autunnale e primaverile (ma in alcuni individui può avvenire in altre stagioni). Normalmente si risolve da sola in 1-2 mesi, ma può a volte trasformarsi in una forma cronica. Quando la percentuale dei bulbi a riposo supera i valori normali si parla di “defluvium telogenico acuto o cronico”. I bulbi in fase di crescita risultano essere di numero troppo esiguo rispetto al bulbi in fase telogen e quindi si può presentare il problema del diradamento. Il defluvium telogenico si manifesta soprattutto nelle donne in età fertile (più raramente negli uomini). Si manifesta quando il meccanismo delicato del ciclo del capello si inceppa, la fase attiva dura meno tempo del normale e quindi una maggiore quantità di follicoli entra in modo prematuro nella fase telogen. Tra le possibili cause, numerosissime, giocano un ruolo fondamentale alcune carenze alimentari dovute a diete squilibrate, alcune malattie infettive o infiammatorie, alcuni tipi di farmaci assunti per lunghi periodi, lo stress psico-fisico e l’allattamento. Si parla invece di “alopecia androgenetica” (volgarmente chiamata calvizie) quando si è in presenza di una anomalia dell’attività della 5alfa-reduttasi di tipo II, un enzima responsabile della trasformazione del testosterone in diidrotestosterone (Dht), il metabolita più attivo del testosterone. Gli effetti sono il rimpicciolimento del bulbo e la sua progressiva e finale riduzione dell’attività, che causa la perdita definitiva del capello. La calvizie si manifesta maggiormente nella parte fronto-occipitale, e colpisce sia uomini che donne, con maggior frequenza negli uomini e nella razza caucasica.

I rimedi
Gli interventi specifici per arrestare il fenomeno del diradamento della capigliatura si basano sull’elemento comune alla diverse patologie, ovvero il fatto che i follicoli progrediscono più velocemente del normale dalla fase anagen a quella telogen. L’obiettivo di un intervento efficace mirerà quindi all’allungamento della fase anagen, incrementando l’attività cellulare. In particolare è necessario contrastare il precoce invecchiamento del bulbo provocato dallo stress ossidativo che arriva fino alla completa inattività (apoptasi).
La leggera azione meccanica esercitata durante il lavaggio dei capelli favorisce la caduta di quelli che comunque sono già destinati a cadere in altri momenti. Lavare i capelli con una  frequenza normale, con prodotti equilibrati e non aggressivi favorisce la rimozione della desquamazione cutanea, regolarizza l’eccesso di secrezione e rimuove lo sporco. I prodotti specifici che contrastano la caduta (shampoo o lozione) dovranno contenere sostanze atte a stimolare le risorse energetiche delle cellule ed avere un’azione antiossidante, per contrastare il processo di rimpicciolimento del bulbo, migliorando la circolazione dei capillari peribulbari. Tra le sostanza naturali che possono aiutare a contrastare il problema si possono scegliere quelle ricche di acidi grassi (acido linoleico e palmitico), le sostanza vasoattive come l’acido laurico, gli antiossidanti, le sostanze che stimolano la microcircolazione del cuoio capelluto e quelle che, avendo azione di fitoestrogeni naturali, contribuiscono alla conversione del testosterone in estrogeno a livello del follicolo pilifero.

11/04/14

L’alga spirulina

L'alga spirulina
La spirulina platensis (Arthrospira platensis) è una micro alga azzurro-verde unicellulare spontanea, originaria dell’America centrale e dell’Africa centrale, dove cresce in laghi salati con acque alcaline e calde. Le alghe verdi-azzurre sono, dall’origine della vita, alla base di tutta la catena alimentare e forniscono l’intero corredo nutrizionale a tutti gli organismi viventi superiori.
Le proprietà dell’alga sono conosciute fin dall’antichità: i Romani la destinavano all’alimentazione delle popolazioni africane e costituiva un elemento essenziale anche nella dieta delle civiltà precolombiane. Nei primi anni del ‘500 si diffuse in Europa a seguito della conquista dell’impero azteco da parte dei conquistatori spagnoli. Nel 1974, presso la Conferenza mondiale dell’alimentazione dell’Onu, è stata nominata come “alimento del futuro”, in considerazione della sua alta digeribilità e della presenza di elementi nutritivi difficilmente reperibili in altre fonti naturali. Da molti è ritenuta “il cibo del XXI secolo” e in medicina viene impiegata per le sue proprietà immunomolulatrici, quindi utile anche per il trattamento delle allergie.
La Spirulina rappresenta un valido aiuto per reintegrare tutti i nutrienti che vengono a mancare alla nostra dieta, spesso squilibrata a causa dello stile di vita e dello stress a cui siamo sottoposti.
In particolare la spirulina proveniente da Cuba è conosciuta per incrementare l’energia e migliorare il proprio stato di salute. È provato scientificamente che il benessere deriva dall’assunzione di una vasta quantità di elementi nutritivi e la spirulina ha la proprietà di possederne numerosi e in perfetta sinergia, fatto che ne sviluppa in modo esponenziale le singole caratteristiche.
L’assunzione regolare della spirulina ha effetti fisiologici anti-invecchiamento, anti-ossidanti, depuranti, disintossicanti, rivitalizzanti e snellenti. Favorisce l’attività immunitaria e aiuta lo smaltimento dei radicali liberi. La spirulina platensis contiene clorofilla, carotenoidi, minerali, acidi grassi essenziali fra i quali l’acido gamma-linoleico, alcuni pigmenti chiamati ficobiline legati alla frazione proteica, proteine vegetali di alta qualità, vitamine del complesso B, tocoferolo e la ficocianina, un pigmento specifico delle alghe verde-azzurre con proprietà immunostimolanti e antiossidanti.
L'alga essicata
I grassi mono e polinsaturi contenuti nella spirulina sono in grado di normalizzare i livelli di colesterolo nel sangue, partecipare alla formazione delle guaine mieliniche che rivestono i nervi e migliorare la funzionalità del sistema immunitario. Grazie al complesso vitaminico Ace (carotenoidi, acido ascorbico e tocoferolo) l'alga è in grado di proteggere dai radicali liberi e dai danni che questi causano all'organismo (invecchiamento precoce, malattie neurodegenerative, alcune forme tumorali e malattia aterosclerotica).
Oggi è possibile assumere la spirulina in forma di capsule, come un normale integratore. Gli sportivi ne fanno uso regolare per la presenza di biotina e ferridossina, utili a inibire la formazione di acido lattico (crampi) durante uno sforzo muscolare intenso e a eliminare i radicali liberi prodotti dall’attività fisica. Per l’elevato contenuto proteico, infine, la spirulina rappresenta un valido sostituto della carne per coloro che seguono diete vegane.

03/03/14

Quinoa: le proprietà nutritive

Gli antichi Incas la definivano la madre di tutti i semi e ancora oggi è considerato uno degli alimenti più sani e completi. La quinoa non è propriamente un cereale, è più imparentata con la famiglia degli spinaci e delle barbabietole che con il frumento, ma è utilizzata in modo simile ai cereali per l’alto contenuto di amido. Serve da accompagnamento a moltissime pietanze e nelle minestre.
Ultimamente si sta diffondendo tantissimo nell’alimentazione naturale dell’intero pianeta, tanto che nell’ultimo decennio le esportazioni sono cresciute di venti volte e sul mercato è triplicato il prezzo dei semi.
A scoprirne le proprietà sono stati soprattutto Stati Uniti e Brasile, paesi verso i quali viene esportata la maggior parte della produzione boliviana.


La quinoa è una pianta erbacea con un elevato apporto proteico e moltissime proprietà nutritive e per questo motivo costituisce la base dell’alimentazione delle popolazioni andine. È fonte di proteine vegetali, di fosforo, magnesio, ferro e zinco ed è priva di glutine. Contiene anche alcuni grassi insaturi, alcune vitamine del gruppo B, la vitamina C e la vitamina E. Due aminoacidi importanti, la lisina e la metionina, assicurano le funzioni di crescita cellulare e del metabolismo dell’insulina.
Il ridotto apporto calorico la rende particolarmente indicata nelle diete dimagranti, come fonte di proteine e minerali, e l’assenza di glutine la rende idonea all’alimentazione dei celiaci.

16/02/14

Gli Omega-3

Gli Omega-3, insieme agli Omega-6 e agli Omega-9, sono acidi grassi polinsaturi essenziali indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo. Nel nostro corpo si trovano principalmente nelle membrane cellulari e ne assicurano l’integrità. A volte vengono raggruppati sotto il termine di vitamina F.
Il nome Omega-3 deriva dalla struttura fisica, ovvero dal primo doppio legame che si incontra partendo dal Carbonio terminale (cioè il Carbonio omega). Al gruppo degli Omega-3 appartengono principalmente l’acido α-linoleico (Ala), l’acido eicosapentaeonico (Epa) e l’acido decosaeonico (Dha). 
Agli Omega-3 è clinicamente riconosciuta la funzione di prevenzione della formazione delle placche di colesterolo, tanto da meritare il nome di “spazzini delle arterie”. Nei pazienti colpiti da infarto del miocardio trattati con Omega-3, si è riscontrata una riduzione degli infarti, degli ictus e in generale della mortalità. In commercio gli Omega-3 sono reperibili sottoforma di farmaci (rimborsati dal Servizio sanitario nazionale) o di integratori alimentari, dove sono mescolati a volte con gli Omega-6 e con alcuni complessi vitaminici. In Italia il Servizio sanitario nazionale riconosce come farmaco soltanto pochissimi prodotti contenenti particolari tipi di grassi insaturi e con determinati rapporti tra di loro.
In natura gli Omega-3 si suddividono tra quelli di origine animale e quelli di origine vegetale. Si trovano principalmente in alimenti come il pesce (acidi Epa e Dha), l’olio di pesce (Epa e Dha), i crostacei (Epa e Dha), le noci (Ala), gli oli vegetali come l’olio di lino, di ribes nero e di colza (Ala) e l’olio di semi di canapa alimentare. Se nella normale alimentazione si riesce ad assumere quantità sufficienti di Omega-6 e Omega-9 (gli Omega-9 sono contenuti nell’olio di oliva), per quanto riguarda gli Omega-3 sono penalizzate tutte le persone che mangiano poco pesce, o perché non è di loro gradimento o perché il pesce, anche quello di allevamento, contiene molte sostanze inquinanti.
Le proprietà riconosciute agli Omega-3 sono la capacità di mantenere in buona forma l’apparato circolatorio e il sistema cardiovascolare, nonché le articolazioni, il sistema nervoso e la pelle. Se si decide di assumere integratori di Omega-3 è consigliabile farsi indirizzare dal medico o dal farmacista di fiducia sul prodotto giusto: l’olio di pesce deve essere purificato, estratto da pesci con basso contenuto di metalli pesanti e pescati in mari poco inquinati come l’Oceano Pacifico. Mercurio, diossine, policlorobifenili e altre sostanze inquinanti del mare, infatti, si concentrano soprattutto nell’olio di pesce. Gli integratori di Omega-3 possono essere tranquillamente assunti anche durante la gravidanza: i grassi insaturi del pesce, infatti, hanno effetti benefici per lo sviluppo cerebrale del bambino.
In alternativa all’assunzione degli integratori è possibile inserire nella dieta quotidiana una piccola porzione di salmone naturale e due o tre noci.

27/01/14

Perle Doriance anti-age solaire di Pierre Fabre

La protezione della nostra pelle dai raggi solari non è un problema solo di quando siamo al mare, perché alcune parti nel nostro corpo sono esposte all’azione dei raggi Uv anche tutto il resto dell’anno.
Perché gli effetti negativi dell’azione degli Uv si fanno sentire estate e inverno e contribuiscono in larga misura all’invecchiamento cutaneo. Per  aiutare la nostra pelle a contrastare gli effetti negativi del sole possiamo fare uso di un integratore alimentare. La farmaceutica Pierre Fabre ci propone le perle Doriance dermo-nutrition.


Pierre Fabre è un grosso gruppo francese, seconda azienda farmaceutica indipendente, ed è anche leader nel settore dei prodotti cosmetici venduti in farmacia. Doriance dermo-nutrition è una gamma di integratori alimentari studiati specificatamente per le esigenze della nostra pelle esposta al sole, anche tutto l’anno.
Doriance anti-age solaire agisce su tre fronti: previene gli effetti del foto-invecchiamento, fornisce antiossidanti per combattere i radicali liberi e contribuisce a migliorare la consistenza della pelle.
Le perle (2 al giorno) vanno assunte durante i pasti. Non contengono sostanze che possono causare intolleranze come glutine, saccarosio, lattosio o caseina.
Il prodotto contiene antiossidanti, come le vitamine C ed E (acetato di DL-alfa tocoferolo), i carotenoidi, il Selenio e lo Zinco, sostanze con riconosciuti effetti anti-radicali liberi. A questi è associato un anti-ossidante naturale, normalmente presente nell’organismo, il SuperOssido Dismutasi.
L’associazione dei principi attivi contribuisce a prevenire la comparsa delle rughe e a combattere il rilassamento cutaneo.
L’apporto della vitamina E è assicurato dalla presenza dell’olio di semi di camelina, fonte di acidi grassi essenziali (omega 3 e 6), di tocoferoli e naturale integratore di vitamina E.
Ingredienti:
Olio di camelina, gelatina, acido ascorbico, elasticizzante, glicerolo, addensante, cera d’api gialla, solfato di zinco, betacarotene naturale, emulsionante, lecitina di soia, acetato di DL-alfa tocoferolo, coloranti (ossido di ferro rosso, ossido di ferro giallo), biossido di titanio, estratto secco di melone (s.o.d.), selenio di sodio.
L’assunzione di due perle al giorno assicura l’apporto del 100% della dose raccomandata giornaliera di vitamina E, betacarotene, zinco e selenio, e il 200% di vitamina C.